Binance Criptovalute

Binance Criptovalute - Foto Pixabay

Criptovalute, gli Exchange verso il blocco degli utenti russi: cosa potrebbe accadere

E’ ormai diventata una possibilità concreta, dopo l’appello del vicepremier ucraino, Fedorov,  la possibilità che gli Exchange di criptovalute possano essere congelate, così come i conti degli utenti russi sulle proprie piattaforme. Si tratta di un eventualità non remota dato che a dare l’annuncio di questo divieto è stato proprio Joe Biden, il presidente degli Stati Uniti. Una possibilità che non è piaciuta a Jesse Powell CEO di Kraken che si è detto contrario a questa eventualità. Pare proprio che molti paesi stiano concentrando la propria attenzione proprio sulle criptovalute, anche per capire come possano essere d’aiuto ai cittadini ucraini,  ma anche come possano diventare un freno per l’economia della Russia.

Attraverso la Binance Charity Foundation, Binance ha erogato circa 10 milioni di dollari per aiutare la crisi umanitaria. L’Exchange di criptovalute più famose al mondo si è detto anche pronto a intraprendere qualsiasi iniziativa per fermare questa guerra. L’obiettivo è quello di difendere gli utenti innocenti.  Lo stesso portavoce di Binance ha dichiarato di aver riunito la task-force dedicata alla conformità globale che include esperti di sanzioni di fama mondiale per adottare le misure necessarie per agire contro coloro che hanno subito sanzioni contro di loro, riducendo al minimo l’impatto sugli utenti innocenti. Si sta anche conducendo una solida revisione degli account dell’attività dei clienti al fine di individuare delle esposizioni a parti o ragioni regioni sanzionate. Se necessario verranno anche adottate le misure appropriate.

La Casa Bianca si è subito attivata dopo l’appello dell’Ucraina di bloccare gli Exchange di criptovalute agli utenti russi. L’amministrazione Biden ha dato la propria disponibilità per individuare le organizzazioni russe e far sì che non possano utilizzare i crypto asset per aggirare le sanzioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *