piattaforme di trading

Che cosa l’hedging nel trading?

L’hedging (copertura) è una posizione aperta di un investimento per compensare le potenziali perdite di un altro. E’ una sorta di assicurazione su un investimento: se un investitore è coperto in caso di un’inversione improvvisa dei prezzi, le ramificazioni vengono smorzate. In poche parole, un hedging è una tecnica di gestione del rischio utilizzata per ridurre eventuali perdite sostanziali.

Un investitore può costruire un hedging da molti strumenti finanziari diversi, i quali vanno dalle azioni ai fondi negoziati in borsa (ETF). Ad esempio, le azioni di estrazione dell’oro e gli ETF sull’oro sono generalmente utilizzati per coprire il mercato azionario in periodi di performance negativa.

Tuttavia, i derivati ​​sono utilizzati più comunemente come metodo di copertura in parte grazie al fatto che è possibile vendere derivati ​​allo scoperto. Ad esempio, un investitore può detenere partecipazioni a lungo termine in vari titoli blue-chip. In attesa di una recessione breve ma intensa, possono utilizzare i CFD per proteggersi da questo senza dover liquidare le loro partecipazioni. I CFD possono essere utilizzati per coprire direttamente quasi tutte le classi di attività, come azioni, materie prime, coppie forex, indici e criptovalute.

Hedging perfetto vs. imperfetto: copertura contro i rischi

Una copertura perfetta è quella che include due posizioni uguali ma opposte sul mercato. In questo caso, gli utili e le perdite in un mercato sono compensati da utili e perdite nell’altro. Di conseguenza, l’esposizione al rischio degli investitori sarà eliminata. A prima vista, questo può sembrare controintuitivo perché le due posizioni opposte si compenseranno semplicemente l’una con l’altra, ma è più comune di quanto si pensi. Gli investitori possono utilizzare questo tipo di copertura quando un investitore detiene partecipazioni a lungo termine che non desidera vendere aspettandosi un ribaltamento dei prezzi a breve.

Una copertura imperfetta, d’altra parte, è quella che mira a compensare parzialmente una perdita, quindi l’esposizione della copertura è inferiore a quella della partecipazione avversaria. Questo tipo di copertura è ancora efficace ma non elimina tutti i rischi; se impostata correttamente, mira a compensare gran parte della perdita. Le coperture imperfette sono utilizzate come precauzioni quando un investitore non è sicuro dell’impatto di una determinata direzione del mercato sulle sue partecipazioni.

La decisione di utilizzare una copertura perfetta o imperfetta è cruciale nella gestione del rischio. Se una brusca e imminente caduta del mercato sembra quasi sicura, allora una copertura perfetta è la scelta migliore.

Tuttavia, se un investitore può permettersi di correre un leggero rischio ed è meno certo delle possibilità di un’inversione di prezzo, una copertura imperfetta è la migliore strategia di gestione del rischio. Ovviamente, se qualcuno sapesse realmente dove stava andando il mercato, una copertura sarebbe un ostacolo al profitto. Ma nessuno conosce lo sa, ed è per questo che le coperture sono una polizza assicurativa. La gestione del rischio è essenziale per una strategia di trading efficace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *