Quotazione oro

Quotazione oro, ecco perchè potrebbe scivolare verso il basso (foto: Pixabay)

Oro quotazione, le prossime mosse della Fed potrebbero far crollare il prezzo

L’interesse degli investitori per l’Oro sembra essere calato nelle ultime sedute soprattutto in coincidenza con il fatto che non si è riusciti a violare quota 1800 dollari per oncia, una soglia psicologica che rappresenta al momento un muro invalicabile. Secondo l’analista Daniel Pavilonis, senior commodities broker di RJO Futures, è vero che il prezzo dell’oro si è attestato ormai da tempo sopra i 1700 dollari per oncia, ma sembra aver raggiunto ormai l’apice delle sue quotazioni e le prospettive sono tutt’altro che rosee per l’economia mondiale anche per l’impazzare della variante delta.

Prossimamente potremmo registrare un ridimensionamento significativo del programma di acquisto di assets da parte della Federal Reserve che potrebbe riverberarsi anche sull’acquisto dell’oro e sui mercati azionari di tutto il mondo. La variante delta potrebbe indurre la Fed ad inasprire in modo significativo la propria politica monetaria trascinando l’oro al ribasso. Anche le ultime notizie che arrivano dall’Australia (di nuovo in lockdown) e dai principali paesi europei non depone a favore.

Cosa potrebbe accadere a breve scadenza

Solo se i dati macroeconomici miglioreranno la Fed potrebbe decidere di rafforzare il dollaro e far scendere il prezzo dell’oro. Una spinta rialzista potrebbe verificarsi solo se l’Oro riuscirà a sfondare il muro dei 1800 dollari ad oncia ma se ciò non dovesse accadere e se la resistenza dovesse rimanere ancora solida, allora la quotazione dell’Oro potrebbe verosimilmente scivolare fino ai 1670 dollari per oncia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *