Quanto si guadagna dal trading online con i prodotti derivati

Tutti noi rimaniamo impressionanti quando leggiamo di traders che riescono a mantenersi totalmente attraverso il trading online con i prodotti derivati, come ad esempio le opzioni binarie. Si leggono spesso notizie di persone che, con questo tipo di investimenti, riescono a guadagnare varie centinaia di euro a settimana. Ma quanto guadagna effettivamente il trader medio? Questo dato dipende da una serie di fattori

I guadagni con i prodotti derivati

Le opzioni binarie, e gli altri prodotti derivati, sono altamente remunerative, ma anche molto rischiose. Questo significa che per ogni singolo investimento si può arrivare a guadagnare più dell’85% di quanto investito, ma, nel caso in cui l’affare non vada a buon fine, si perde tutto. In qualsiasi altro investimento invece si perde solo parte del capitale investito, a volte anche meno del 2-3%.

Per poter valutare l’effettivo guadagno che si può ottenere dopo una giornata di investimenti con le opzioni binarie occorre considerare una serie di comportamenti, che possono portare ad elevati guadagni, o anche a perdere buona parte del capitale.

In media un buon trader riesce ad effettuare guadagni vicini al 25-35% del capitale, quindi un profitto ottimo. Per arrivare a questo tipo di entrate però è necessario affrontare questi investimenti solo dopo aver scelto un buon broker e aver approfondito accuratamente l’argomento trading online.

La scelta del broker

Per poter investire nei prodotti derivati è necessario rivolgersi ad un broker; la gran parte dei trader a prono un conto presso il sito di un broker che si occupa prevalentemente di questo tipo di investimenti, in modo da ottenere l’accesso ad una piattaforma di trading facile da utilizzare e che permette di investire a qualsiasi ora del giorno e della notte.

Per scegliere il broker migliore è spesso utile dare un’occhiata ai siti dedicati alle recensioni dei broker disponibili, o anche alle opinioni degli utenti che li hanno già utilizzati. Per un esempio è possibile verificare cosa si dice su Trade.com, o anche su altri broker disponibili in rete. Si tratta di un metodo molto veloce: dopo aver letto alcune recensioni si può scegliere il broker più adatto, aprire il proprio conto e iniziare con gli investimenti.

Le tasse

Come qualsiasi tipo di guadagno, anche i proventi realizzati tramite gli investimenti online sono soggetti a trattenute da parte dell’Agenzia delle Entrate. Nel caso in cui si utilizzi la banca per i propri investimenti, o il sito di un istituto finanziario di altro genere, le tasse vengono calcolate automaticamente a fine anno, o anche dopo ogni singolo investimento andato a buon fine.

Nel caso in cui si operi attraverso un broker online invece è necessario farsi compilare un resoconto dei guadagni e delle perdite avvenute nel corso dell’anno precedente a quello in corso, per indicare questi dati all’interno della dichiarazione dei redditi personale.

Il dovuto all’Agenzia delle Entrate ammonta al 26% del guadagno effettivo, ossia della cifra risultante dalla sottrazione delle perdite al guadagno annuale. Per alcuni trader questa cifra può essere decisamente elevata.

Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi