spread betting

Comprendere cos’è lo Spread Bid/Ask nel trading

Quando si tratta di acquistare e vendere azioni, le borse si comportano più come un mercato delle pulci piuttosto che sofisticati centri finanziari. La scena può essere caotica, e decisamente veloce. Per eccellere nel trading, bisogna comprendere bene come funziona il Bid/Ask Spread, ossia la differenza tra il prezzo denaro e il prezzo lettera.

I differenti prezzi delle azioni

A differenza della maggior parte delle cose acquistate dai consumatori, i prezzi delle azioni sono stabiliti sia dall’acquirente che dal venditore. L’acquirente dichiara quanto è disposto a pagare per lo stock, che rappresenta il prezzo di offerta. Il venditore nomina anche il suo prezzo, noto come prezzo richiesto.

È il ruolo ricoperto dalle borse per facilitare il coordinamento dei prezzi di domanda e offerta. Tuttavia, questo servizio non viene fornito senza un suo prezzo.

Il prezzo Bid/Ask

Si può osservare il prezzo Bid/Ask se si dispone dell’accesso ai sistemi di pricing online appropriati. Il Nasdaq struttura i suoi prezzi intorno al Bid/Ask.

E’ importante notare come il prezzo Bid e il prezzo Ask non sono mai gli stessi. Quello Ask è sempre leggermente superiore a quello Bid. Verrà pagato il prezzo Ask, che è quello più alto, se si sta acquistando un titolo, ricevendo il prezzo Bid, ossia il più basso, se si vende il titolo.

Capire lo Spread

Cosa succede alla differenza tra i due prezzi? chiamata Spread, viene mantenuta come profitto dal broker che sta gestendo la transazione. In realtà, lo spread sta pagando un certo numero di commissioni oltre a quella del broker.

Alcune grandi aziende, chiamate market maker, possono impostare uno spread Bid / Ask offrendo sia all’acquisto che alla vendita di un determinato titolo. Ad esempio, il market maker stabilisce uno spread Bid / Ask per uno stock pari a € 20,40 / € 20,45, dove € 20,40 rappresenta il prezzo al quale il market maker acquisterà le azioni. Il prezzo di € 20,45 indica il prezzo al quale il market maker venderebbe lo stock. Lo Spread avvantaggia il market maker perché rappresenta un profitto per l’azienda.

Poiché i prezzi si muovono costantemente, soprattutto per le azioni negoziate attivamente, non si può sapere quale prezzo otterrà un acquirente o un venditore, a meno che non si usano specifici ordini di mercato quando viene effettuato il trading per bloccare un determinato prezzo.

Altre opzioni

Ci sono altri modi per diffondere il bid / ask, ma la maggior parte degli investitori si attengono a questo sistema consolidato e che funziona bene, anche se bisogna investire un bel po’ di soldi. Le strategie avanzate sono per trader esperti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi